L’entroterra della Versilia è uno scrigno che racchiude affascinanti pievi medioevali, borghi suggestivi, siti archeologici e rovine romane, il tutto inserito nella straordinaria cornice delle diverse aree naturalistiche protette.

In questo post vorrei deliziarvi parlandovi dell’escursione fatta con mio marito qualche giorno fa tra le verdi e soleggiate colline di Camaiore.

GUARDA IL VIDEO YOUTUBE: Vlog 30 ottobre 2016.  Escursione di coppia tra Candalla e Casoli.

L’entroterra camaiorese offre un incredibile spettro di suggestive alternative per gli amanti delle lunghe camminate e delle attività a cielo aperto.

IMG_20161030_165543.jpg

Il nostro percorso inizia a Candalla e più precisamente dalla, a ben ragione, celebre Osteria Candalla. Nei pressi dell’osteria avrete la possibilità di parcheggiare la vostra auto; vi è anche un piccolo parcheggio a pettine collocato poco prima del bivio Candalla-Casoli.

IMG_20161030_154508.jpg

Raggiungere Candalla è molto semplice. Dalla piazza centrale di Camaiore vi basterà seguire le indicazioni per Casoli. Saprete di essere arrivati quando lungo la strada vedrete una serie di magnifiche opere in ferro battuto realizzate dall’antichissima Ferriera Barsi.

Una volta parcheggiata l’auto dirigetevi verso l’antico Mulino Benassi o del Monte Penna, già attivo nel XVI secolo. Suggestiva la cascata che si trova sulla destra del mulino. La cascatella si getta in una profonda pozza d’acqua per poi defluire nel torrente che scorre al di sotto del ponte che conduce al nostro sentiero.

IMG_20161030_154813.jpg

Subito dopo il ponte inizia l’antica mulattiera denominata via di Lombardia che fu percorsa dai commercianti d’olio camaioresi diretti con i loro muli fino a Parma e Reggio Emilia. Seguite la segnaletica (bandierine bianco-rosse) fino ad arrivare al bivio in cui espressamente vi verrà indicata la direzione per Casoli. L’altro sentiero immette sull’itinerario degli opifici del torrente lombricese, altrettanto bello e affascinante; tratterò di questo itinerario in un altro post.

Per i più coraggiosi c’è una parete di roccia molto frequentata da scalatori e di fronte ad essa un susseguirsi di conche e piccole cascate.

GUARDA IL VIDEO YOUTUBE: Vlog 30 ottobre 2016. Escursione di coppia tra Candalla e Casoli.

La strada è riconoscibile per il fragore dell’acqua dei torrenti che vi accompagnerà piacevolmente per tutto il percorso e che nutre un’abbondante flora intorno, in particolare felci e muschi.

IMG_20161030_164130.jpg

La mulattiera sale con una certa  ripidità con un andamento semi-circolare fino a raggiungere dopo circa 1 Km. la parte vecchia del paese di Casoli.

Lasciata la via di Lombardia si prosegue in forte salita per il valico del Matanna fino a giungere alla piazza principale del paese che fino al 1930 era occupata dalla Chiesa di S. Rocco.

L’importanza del paese di Casoli si è accresciuta con il tempo grazie all’iniziativa di un’associazione locale, che da diversi anni invita artisti italiani e stranieri per realizzare graffiti sulle pareti delle abitazioni e lungo le vie del paese  che ne illustrano la storia. 

IMG_20161030_165833.jpg

Il tempo di percorrenza  è di 2 ore e 30 circa per un totale di 5 km. tra andata e ritorno. Per eseguire questo percorso non necessiterete di attrezzature particolari al di fuori di un buon paio di scarpe sportive.

Come sempre mi auguro di cuore che il post sia stato di vostro gradimento. Vi invito ad iscrivervi al mio canale YOUTUBE , in cui caricherò alcuni video in tema viaggi, escursioni ed eventi in Versilia, nonché a seguirmi su Instagram, Google+ e Twitter.

Al prossimo post!

Luana

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name *
Email *
Website

Translate

Booking.com