Amsterdam è una città magica e non serve che ve lo stia a dire. E’ una capitale che offre molto a ogni sorta di turista, dal giovanotto alla ricerca del divertimento più sfrenato fino all’anziano cultore delle arti e delle tranquille passeggiate, passando per una più che variegata schiera di turisti dalle caratteristiche intermedie.

Ho cercato di individuare 5 attrazioni che ritengo siano assolutamente imperdibili indipendentemente da quale sia lo spirito con il quale vi accingerete a visitare la capitale olandese. 

 

1) La Casa di Rembrandt (Rembrandt Huis). Tappa obbligatoria se vi trovate ad Amsterdam è sicuramente la casa di Rembrandt in cui avrete il piacere di immergervi nell’intimità più profonda del celebre ed eccentrico pittore olandese; intimità costellata da fama, successo e denaro cui seguirono numerosi “incidenti” economici che lo spinsero a dichiarar fallimento obbligandolo a disfarsi di gran parte delle collezioni personali (statue, trofei di caccia, monete e preziosi vari…) e a vivere in un perdurante stato di quasi indigenza. Nella casa-museo potrete ammirare molte delle opere del pittore oltre a tantissimi pezzi originali del mobilio nonché quel che rimane delle sue collezioni private. All’ingresso vi verrà fornita l’audioguida che vi consentirà di immergervi totalmente nella dimensione domestica e privata di quello che probabilmente è stato uno dei più grandi pittori olandesi di tutti i tempi. All’interno della casa vi sarà possibile girare video e scattare foto. Il costo del biglietto è di 13 euro per gli adulti e di 4 per i minori di 18 anni. E’ possibile acquistare il ticket d’ingresso anche sul sito ufficiale, programmando la vostra visita ed evitando le fastidiosissime file. Soldi ben spesi….non ve ne pentirete!

2) Van Gogh Museum. Sarò scontata forse ma non posso non includere tra le cinque migliori attrazioni di Amsterdam l’incredibile museo dedicato ai più grandi capolavori dell’indiscusso Re della pittura post-impressionista: Vincent Van Gogh. Non il pittore né il museo che ne porta il nome hanno bisogno di presentazioni pertanto mi limiterò a darvi alcune indicazioni pratiche. Innanzitutto vi suggerisco caldamente di acquistare i biglietti on line. Ciò,  pur non facendovi risparmiare niente sul costo del biglietto (ben 22 euro!) né evitandovi la lunga fila all’ingresso, vi permetterà almeno di ridurre un pochino i tempi di attesa. Il Museo ogni giorno dell’anno viene letteralmente preso d’assalto quindi recatevici di buon’ora e con il vostro biglietto preacquistato alla mano. La visita richiederà almeno 2/3 ore; cercate di programmarvi in modo da non aver bisogno di fermarvi a pranzare nel caffé del museo perchè ha dei prezzi a dir poco fuori misura! 

L’ultimo suggerimento è quello di acquistare l’audioguida al costo, aggiuntivo ahimè, di 5 euro. Vi tornerà estremamente utile e vi guiderà passo passo nell’evoluzione pittorica e spirituale del grandissimo pittore. All’interno del museo non vi sarà possibile scattar foto o girare video salvo in alcuni punti appositamente studiati per immortalare i vostri ricordi.

 

3)  Casa di Anne Frank. Molti non sanno che quella in cui la straordinaria Anne si rifugiò durante il periodo di persecuzione nazista non era l’abitazione privata dei Frank bensì l’azienda di famiglia o più precisamente un sottotetto dell’azienda al quale si accede mediante una ripida scalinata nascosta dietro una porta-libreria. Il percorso all’interno della casa-museo Anne Frank è un momento unico e significativo della visita ad Amsterdam. Saprà regalarvi attimi di grande commozione e vi darà la possibilità di rivivere attraverso gli occhi della piccola/grande Anne gli ultimi momenti della sua breve ma intensa vita. Sia che conosciate la storia di Anne perché avete letto il suo diario o semplicememnte perchè avete visto il film che ne è stato ricavato, sia che ignoriate l’esistenza di questo personaggio, vi suggerisco di non mancare questa tappa perché vi toccherà nel profondo e vi metterà in condizione di cogliere sfumature e aspetti significativi che diversamente non sareste riusciti a catturare. 

Le file all’ ingresso alla casa-museo sono ahimè sempre chilometriche tuttavia a partire da maggio 2016 acquistando il biglietto d’ingresso on line vi sarà possibile pianificare la vostra visita e si spera anche evitare le lungaggini e le lunghe attese dovute all’acquisto in loco dei biglietti. All’interno del museo non vi sarà possibile scattar foto o girare video.

4) Amsterdam on boat. Amsterdam vista dai suoi canali ha un fascino diverso quindi il mio consiglio è di non perdervi un magnifico tour della città a bordo di battello. Le proposte in questo campo sono molteplici, in ogni dove troverete compagnie che organizzano tour nei canali della città più o meno variegati, giornalieri o serali, con aperitivo a bordo o con distribuzione di audioguida….ve ne sono veramente per tutti i gusti e a tutti i prezzi! In linea di massima un tour completo non costa mai meno di 16/17 euro per circa 12 ore di tour. Probabilmente una delle migliori compagnie in questo settore è la Amsterdam Canal Cruises. 

Anche in questo caso è sempre consigliato l’acquisto on line dei biglietti che talvolta vi permetterà di risparmiare qualche euro. Se ve la sentite ed il clima ve lo consente vi suggerisco il tour serale su battello scoperto, evening canal cruise. I canali di Amsterdam sono sempre meravigliosi ma di sera, totalmente illuminati, acquistano un fascino ulteriore.

 

5) Red light district. Quante cose, più o meno vere, avrete sentito dire sul celebre quartiere a luci rosse di Amsterdam. Il quartiere va visto perché possiate constatare con i vostri occhi che in fondo il “sistema” adottato dall’Olanda può funzionare. Uso il condizionale poiché la stessa formula probabilmente in altri luoghi potrebbe condurre ad effetti devastanti. Tra pacchianerie varie, magnifici canali, splendidi scorci, stranezze di ogni genere ed eccessi contenuti” il red district può rivelarsi un ottimo posto in cui recarsi anche solo per fare due passi in totale tranquillità o per mangiare in uno dei tantissimi ristorantini asiatici che vi si trovano. In particolare vi consiglio il ristorante cinese New Season sito in Warmoesstraat n. 39 in cui propongono una torta malese che è qualcosa di veramente sublime!   

Se siete giovani o giovanissimi vi suggerisco di non aspettarvi di vivere la notte più trasgressiva ed anarchica della vostra vita, tutto è perfettamente regolamentato ed i controlli ci sono e sono più che efficienti, nè, se non siete più giovanissimi, di avere timore di recarvici se siete in compagnia di bambini o persone anziane, la sua particolarità sicuramente saprà strappare un sorriso a chiunque.

Al prossimo post!

Luana

Booking.com

 

2 thoughts on “Amsterdam: le 5 più imperdibili attrazioni della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name *
Email *
Website

Traduci

Booking.com