Avete appena 2 giorni di tempo da dedicare alla vostra fuga romantica o alla gita con gli amici post esami universitari? Bene; Madrid credo proprio che faccia al caso vostro!

E’ una città che si presta ad essere girata anche a piedi molto agevolmente. E’ una città vivace, frizzante, a portata d’uomo e perché no…anche discretamente economica rispetto alla media delle altre capitali europee.

101_3124

In questo post vorrei suggerirvi un brevissimo itinerario di due giorni a spasso per la capitale spagnola,  in cui condensare quanto più possibile.

PRIMO GIORNO: prendendo come riferimento nonché punto di partenza la magnifica Plaza Mayor, in cui troverete fra le altre cose un centro informazioni molto efficiente, vi consiglio di scendere lungo Calle Atocha in direzione Paseo del Prado. Lungo il percorso potrete ammirare una serie di piazze come Plaza S. Cruz, Plaza Anton Martin e, con una piccola deviazione verso l’interno, la graziosissima Plaza S. Ana.

DSCF0547

Arrivati al Paseo del Prado non potete che dirigervi verso il celebre Museo del Prado cui è d’obbligo una visita. Per raggiungere il museo avete una doppia alternativa: potete scegliere di passeggiare lungo il Paseo del Prado fino a “scontrarvi” quasi con il citato museo, o, meglio ancora, avventurarvi nel magnifico Parco del Buen Retiro per poi raggiungere in comodità il Museo. Se non amate particolarmente l’arte potete decidere di trattenervi più a lungo nel parco dove le cose da vedere non mancano. Sentieri, vialetti, giardini botanici, laghetti, statue…..insomma il parco del Buen Retiro è una sorta di manna per gli amanti della vita all’aria aperta.

A questo punto che aDSCF0512bbiate scelto di visitare il Museo del Prado o di trattenervi nel parco, è possibile che si sia quasi fatta ora di pranzo pertanto dirigetevi verso la Gran Via dove non solo troverete grande varietà di localini in cui fermarvi a pasteggiare ma altresì abbondanza di negozi in cui fare i vostri acquisti. Per raggiungere la Gran Via vi basterà proseguire per il Paseo del Prado in direzione nord fino a raggiungere Plaza de Cibeles dalla quale, svoltando a sinistra, vi ritroverete direttamente sulla celebre Gran Via. Sulla Gran Via fate bene attenzione a dove vi fermerete a mangiare. Non lasciatevi abbagliare dalle tante proposte a prezzi imbattibili che vi verranno presentate lungo il cammino….Il più delle volte sono delle vere e proprie fregature!

101_3205

Tenendo presente che a Madrid si pranza molto tardi è possibile che si siano già fatte le 03,30/04 di pomeriggio ma la vostra “sgroppata” non è ancora finita. Percorrete tutta la Gran Via in direzione ovest fino alla fine dove vi imbatterete nella splendida Plaza Espana celebre per statue di Don Quichote e Sancho Panza. Attraversate la Piazza e dirigetevi nuovamente verso ovest fino a raggiungere  il Tempio del Debod, a fianco del Paseo del Pintor. Orari di apertura permettendo, entrate nel tempio ed ammiratene la particolarità; cosa c’è di più singolare di un originale tempio egizio nel bel mezzo della capitale iberica?!

101_3198101_3200IMGA0249

A questo punto non vi rimane che vivere l’esperienza del Teleferico di Madrid che si trova proprio nei pressi del Tempio.  Si tratta di una funivia che parte dal Paseo del Pintor Rosales e arriva fino a Casa de Campo. Durante il  tragitto sorvola la rosaleda del Parco dell’ Oeste, la stazione ferroviaria di Principe Pio, la chiesa di S. Antonio de la Florida e il fiume Manzanarre e termina il suo percorso nella Plaza de los Pasos Perdidos della Casa de Campo. Arrivati a destinazione non vi rimarrà che ritornare indietro e ripetere il percorso all’inverso. L’esperienza è molto emozionante ma se soffrite di vertigini statene alla larga!

Bene, immagino che si sarà già fatta sera,  pertanto rientrate in albergo (ostello, appartamento…. quel che è) per riposare. Se dopo cena avete ancora un po’ di forza sfruttate i suggerimenti che vi ho dato nel  post relativo al divertimento economicamente sostenibile di Madrid.

SECONDO GIORNO: Buongiorno! Siamo nuovamente in Plaza Major. Stavolta imbocchiamo Calle Major e ci dirigiamo in direzione nord-est fino a raggiungere Puerta del Sol dove, fra le altre cose, potrete vedere la celebre statua dell’orso con il corbezzolo considerata da tutti un po’ come il simbolo di Madrid. A questo punto a sud di Puerta del Sol entrate in Calle Arenal e proseguendo lungo la strada in direzione ovest dirigetevi verso il magnifico Palazzo Reale di Madrid. Lungo il tragitto potrete ammirare il Monasterio Descalzas Reales, l’Opera ed il Teatro Real.

101_3129

Giunti al Palazzo Reale decidete voi se limitarvi a scattare qualche foto nell’enorme patio  del palazzo che affaccia su uno dei punti più alti di Madrid oppure dilettarvi nelle visite. Al piano terra del palazzo troverete la Farmacia Reale, contenente numerosi vasi di medicinali che venivano usati per curare gli ammalati della corte e l’Armeria, importante raccolta di armi e armature di diverse epoche. Vi consiglio quantomeno di non perdere queste due aree.

101_3168

Il Palazzo Reale di Madrid è circondato per tre lati dal Campo del Moro, splendidi giardini che prendono il nome dal fatto che durante l’assedio musulmano della città i mori avevano il loro accampamento proprio in quel luogo. Proprio davanti al palazzo troverete altresì la Catedral de la Almudena.

E’ ora di pranzo. Il mio suggerimento è di rimanere nei paraggi del palazzo reale considerato che dopo aver consumato il  pasto dovrete prendere la metro blu n. 10 che parte proprio nei suoi pressi.

Come dicevo, una volta rifocillati, è l’ora di partire alla volta dello Stadio Olimpico. Le distanze ed i tempi ristretti non permettono purtroppo di raggiungerlo a piedi ma non disperate,  con la metropolitana non avrete alcuna difficoltà. Dal Palazzo Reale prendete la linea blu n. 10 in direzione “Bogona” e scendete alla terza fermata “Gregorio Maranon”. Fate il cambio con la linea arancione n. 7 in direzione “Estadio Olimpico” e scendete alla fermata “Estadio Olimpico”.

Non sono una patita del calcio ma nonostante ciò mi sono veramente divertita nella visita dello Stadio. E’ sempre un’emozione percorrere il tunnel che porta dritto in campo; quel tunnel dove così tanti cuori hanno battuto forte per la gran gioia che solo uno stadio gremito come il Santiago Bernabeu sa regalarti.

101_3364

La visita al campo vi ruberà all’incirca un paio di ore e non di più. A questo punto vi propongo due alternative. Potete scegliere di recarvi presso la Plaza de Toros per visitare l’Arena di Madrid, oppure di cimentarvi nella visita di un altro museo, in particolare vi consiglio il Thyssen-Bornemisza che si trova sul Paseo de Prado. In entrambi i casi è preferibile che vi spostiate con la metro.

Anche il vostro secondo giorno a Madrid si è concluso ed è tempo di rientrare portando con sé il dolce ricordo di una città frizzante, giovane e culturalmente stimolante.

Se vi va potete nel menu alla sezione “Reportage di Viaggio” trovare  quello relativo a Madrid; passate a dare un’occhiata!

Un itinerario come quello proposto oltre a non avere costi particolarmente ridotti vi consentirà di sfruttare al meglio la vostra breve visita nella città.

Al prossimo post!

Luana

Pubblicità


Booking.com

4 thoughts on “Madrid in due giorni: itinerario semi-pedonale all’insegna del risparmio.

  1. toms canada ha detto:

    Hi there! Someone in my Myspace group shared this website with us so I came to take a look. I’m definitely enjoying the information. I’m bookmarking and will be tweeting this to my followers! Excellent blog and superb style and design.
    toms canada [url=http://wmbc.ca/]toms canada[/url]

    1. Luana Mignone ha detto:

      Hi! Thank you for your compliments. I’m happy to know that you are following me and you appreciated my blog.
      Best things!
      Luana

  2. JamesKErholm ha detto:

    This text is invaluable. When can I find out more?

  3. LinoUPoyer ha detto:

    Asking them questions are actually pleasant
    thing when you are not understanding something entirely, but this post offers fastidious understanding even.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name *
Email *
Website

Traduci

Booking.com