E’ domenica e questa mattina mi sono svegliata con l’impellente bisogno di aggiornare un post di qualche tempo fa relativo alle 5 migliori pizzerie della Versilia. Lascio il link  per chi non lo avesse letto.

Ieri sera, sacrificandomi per il bene del blog, sono stata con alcuni amici a testare una pizzeria abbastanza rinomata in Versilia nella quale però non avevo mai avuto modo di cenare…..non so bene per quale motivo.

Ieri sera poi ci siamo convinti ad andare in quanto nella comitiva vi era una ragazza celiaca la quale ovviamente  conosce a menadito tutte le pizzerie della zona in cui vengono realizzate pizze prive di glutine. E la pizzeria Da Totò è proprio una di queste.

Il nome, di teutonica memoria (ovviamente sto scherzando), vi starà già facendo pensare a quelle meravigliose e goduriose pizze napoletane. Ebbene è proprio così; quella di Totò è proprio la classica pizza napoletana che non lesina condimenti, sapore e sofficità.

Come sempre mi lascio prendere dalla foga ma poiché la materia è “delicata” credo sia meglio andare per gradi.

IMG_20160716_235353.jpg

Il locale si trova a Pietrasanta in via Ficalucci n. 46. Per chi non è della zona forse può risultare un pochino difficile raggiungerla, tuttavia impostando il navigatore non avrete alcuna difficoltà. La pizzeria dista non più di 1,5 km dal lungomare di Marina di Pietrasanta. La zona è veramente molto, ma molta tranquilla….un contesto direi tra il residenziale e l’aperta campagna in cui è piacevole recarsi anche nelle più torride serate estive.

Il locale è molto grande. Credo che disponga all’incirca di 200 coperti dislocati in due sale: una grande area verandata che affaccia sul parcheggio antistante del locale ed una sorta di tensostruttura che si trova sul lato destro della pizzeria cui si accede dall’interno  e che immagino sia stata aggiunta in un secondo momento per ampliare gli spazi.

Come ho già preannunciato il locale ha un parcheggio antistante abbastanza grande e nell’area circostante sono presenti diverse piccole aree parcheggio che nelle serate di maggior affollamento riescono in qualche modo a sopperire alle esigenze degli avventori.

Totò propone la formula “pizza al metro” o “pizza al chilo”. Per chi non sapesse di cosa si tratta mi riferisco al fatto che la pizza non viene servita individualmente al piatto bensì su vassoi rettangolari secondo due tagli differenti: 1 kg, che corrisponde ad un metro di pizza, e 1/2 kg, che corrisponde a 1/2 metro di pizza. In linea di massima 1 kg di pizza è indicato per circa 4 persone, con una fame moderata aggiungerei, quindi stabilire quanta pizza  ordinare sarà un gioco da ragazzi.

Ogni kg di pizza può contenere al massimo 4 gusti differenti. Il menu è molto variegato: vi sono pizze rosse, pizze bianche, pizze con provola e mozzarella di bufala, pizze con pesce, pizze vegetariane ecc. ecc. ecc.

La nostra tavolata ieri era composta da 6 elementi dalla vorace fame. Abbiamo pertanto ordinato ben 2 kg di pizza più una pizza al piatto per l’amica celiaca (per i celiaci è possibile solamente ordinare pizze al piatto). In definitiva  cinque persone sono riuscite a spazzolare via ben due chilogrammi di pizza!!!: roba da “men vs food”!!

IMG_20160716_222008.jpg

La nostra scelta è ricaduta sui seguenti gusti:

  • margherita: pizza classica ricca di pomodoro e mozzarella dal gusto estremamente deciso;
  • sfiziosa: pizza bianca con melanzane, pomodorini pachino, mozzarella, provola e patatine fritte. Deliziosa!;
  • speck e mascarpone: altro classico molto in voga in Toscana. Una classsica margherita con l’aggiunta del mascarpone e di alcune fette di speck. Ricca e saporita;
  • salsiccia e friarielli: pizza bianza con mozzarella, pezzi di salsiccia cotta e friarielli ovvero cime di rapa. E’ quella che in assoluto ho amato più di tutte. Delicata e saporita al contempo….veramente ottima;
  • bufalina: altra pizza bianca con mozzarella di bufala, rucola, pomodorini pachino,  formaggio grana e prosciutto crudo. Un tripudio di colori e sapori….squisita!
  • totò: pizza a scelta del pizzaiolo. Nel nostro caso si trattava di una pizza bianca con mozzarella, melanzane, peperoncino, gamberetti. Ho gradito anche questa nonostante non ami particolarmente il pesce sulla pizza.

IMG_20160716_221815.jpg

A detta dell’amica celiaca anche la sua pizza era veramente ottima. Non particolarmente grande ma estremamente ricca di condimenti.

La tipologia di pizza è quella classica napoletana, soffice e con la crosta abbastanza pronunciata e morbida.

Oltre alle pizze vengono proposti anche i famigerati “panuozzi” napoletani, panini dalle dimensioni spropositate ripieni di ogni ben di Dio ed indicati solo per i più affamati!

Ovviamente da buongustai quali siamo non ci siamo fatti mancare un dolcino di fine pasto; come dico io: “per morire e per il dolcino c’è sempre tempo”.

La proposta di dessert è molto variegata: babà, torta al cocco e alla nutella, torta cioccolata e pere, meringata, tronchetto al cioccolato bianco e nutella, panna cotta ai gusti assortiti, soufflé al cioccolato, macedonia con o senza gelato e ovviamente gelati confezionati e sgroppino.

Io ho ordinato la meringata grazie alla quale per un istante sono andata in paradiso! Era squisita! Gli altri hanno optato per babà, soufflé, panna cotta, macedonia e cioccolato e pere e tutti sono rimasti estremamente soddisfatti.

Quanto alla spesa complessiva ci siamo ritenuti piuttosto soddisfatti: 2 kg di pizza ai gusti assortiti, 1 pizza al piatto senza glutine, 5 birre grandi, 3 bibite in lattina, 2 bottiglie d’acqua, 6 dessert, 2 caffé e 6 coperti per un totale di 108 euro ovvero 18 euro a testa.

Considerato che siamo usciti dal locale rotolando tanto eravamo pieni e che la qualità della pizza era veramente ottima direi proprio che è un prezzo speciale.

Il locale è e molto frequentato anche da giovani e numerose comitive quindi è sempre consigliata (direi pure obbligatoria) la prenotazione. Tenete presente che il servizio si svolge su tre turni: 19,30- 21; 21,00-22,30- 22,30-chiusura. Ciò significa che è necessario essere puntuali considerato che oltre un certo orario il vostro tavolo verrà irrimediabilmente ceduto agli avventori del turno successivo.

Una nota di merito devo farla al personale del locale. Anche nelle situazioni di maggior caos riescono a mantenere la calma e ad avere sempre un sorriso ed una parola gentile per i clienti. Questo è un aspetto che non sottovaluto mai quando vado a mangiare fuori. I tempi del servizio poi sono veramente ottimi considerato il gran pienone.

La serata si è conclusa nella migliore delle maniere. Il proprietario ha acquistato un intero mazzo di rose da un rivenditore ambulante ed ha omaggiato tutte le donne presenti in sala con un fiore. L’ho trovato veramente un gesto apprezzabile.

IMG_20160717_103812.jpg

Che altro posso aggiungere se non che sicuramente tornerò a mangiare in questa straordinaria pizzeria che entra di diritto e di prepotenza tra le mie pizzerie favorite?

Di ritorno verso casa siamo passati in via Carducci a Tonfano dove si trova (trovava) la pizzeria La Qualunque di cui vi avevo parlato nell’altro post relativo alle mie pizzerie preferite e con grande sorpresa ho constatato che la pizzeria ahimè non c’è più. Al suo posto è stato aperto un ristorante di cui non ricordo il nome.

Di fatto non so se semplicemente si siano trasferiti o abbiano chiuso definitivamente, fatto sta che debbo rettificare il post precedente.

Bene, con questo credo di avervi detto proprio tutto. Se vi va seguitemi su Twitter o Instagram! Passo e chiudo.

Al prossimo post!

Luana

3 thoughts on “Le migliori pizze della Versilia. Una fantastica scoperta ed un importante aggiornamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name *
Email *
Website

Traduci

Booking.com